1. Homepage
  2. Festival
  3. Festival delle Terre d’Abruzzo, una breve guida

1 ottobre 2015

Festival delle Terre d’Abruzzo, una breve guida

Scuola del Gusto Post by Scuola del Gusto

FESTIVAL TERRE D'ABRUZZO_ORIZZ_LR

L’identità rurale dell’entroterra abruzzese in mostra a Pescara, questo l’intento della prima edizione del Festival delle Terre d’Abruzzo, rassegna che aprirà i battenti a Pescara, nella suggestiva cornice del Museo delle Genti d’Abruzzo, a partire da giovedì 8 ottobre, e che si protrarrà fino a domenica 11.
Un evento promosso dalla Scuola del Gusto Abruzzo, e che coinvolge i 5 Gal Abruzzesi (Maiella Verde, Terre Pescaresi, Gran Sasso-Velino, Abruzzo Italico Alto Sangro, Leader Teramano), Slow Food, Paesaggi d’Abruzzo e associazioni di categoria come Coldiretti, CIA, CNA e Confesercenti.
Un racconto, quello del Festival, che si snoda attraverso un programma articolato di attività quali esposizioni, eventi, show gastronomici, laboratori per le scuole e workshop.
Un piccolo Salone del Gusto incentrato sull’Abruzzo e sulle comunità di produttori, con un mercato aperto a tutti, addetti ai lavori, appassionati e curiosi attraverso l’acquisto di un ticket, fruibile per tutta la giornata.

Per 4 giorni il Museo delle Genti d’Abruzzo diverrà un assortito e variopinto MERCATO con prodotti in mostra e in degustazione: dalla Ventricina del Vastese allo Zafferano di Navelli, dal Pecorino di Farindola all’olio extravergine d’oliva Intosso, con oltre 40 prodotti, tra presidi Slow Food e comunità del cibo provenienti da tutta la Regione, protagonisti assoluti di una grande esposizione arricchita da incontri con i produttori e show culinari.

Non mancheranno le cene tematiche: proposte gourmet estemporanee, a cura dei ristoratori di Pescara Vecchia per approfondire la conoscenza e la qualità dei prodotti presenti nella sala espositiva e da conoscere e apprendere attraverso WORKSHOP PROFESSIONALI E SHOWCOOKING: laboratori didattici, dislocati tra la Sala Favetta e il Museo del Gusto, guidati da esperti del settore per ritrovare quella biodiversità agricola del territorio, scoprire i trucchi del mestiere e tutte le curiosità legate alla preparazione dei piatti della tradizione.

Previsto anche uno spazio didattico tutto dedicato all’educazione per i ragazzi e le scuole attraverso il confronto diretto con alcuni protagonisti dell’enogastronomia regionale, e poi un momento per la “pratica” con i laboratori tematici e vere e proprie lezioni di identità, dalla storia di Viteliù alla cucina stellare di Niko Romito.

Il Festival delle Terre d’Abruzzo è anche e soprattutto un’occasione di confronto costruttivo tra operatori del territorio con i Café Agenda 2016: elaborazione di proposte sui temi delle politiche di sviluppo rurale nelle aree interne come la valorizzazione della diversità agricola e l’agricoltura di montagna, il miglioramento della capacità attrattiva delle aree rurali e la multifunzionalità.

Altra opportunità di scoperta è quella dell’esposizione Ti Racconto le Terre d’Abruzzo” a cura dell’Associazione Paesaggi d’Abruzzo che racconterà il territorio attraverso le foto e i video più virali di 57 autori della community. Una storia fatta di paesaggi incontaminati, aree rurali e territori identitari. E poi “Ti Racconto le Terre d’Abruzzo Show”: una serata dedicata alla premiazione di chi ha saputo meglio trattare la narrazione della nostra Regione, un viaggio tra video, tesi, immagini e prodotti che hanno raccontato l’Abruzzo nel mondo. Tra gli ospiti Sergio CagolNicola Mastronardi, Stefano Ardito. Durante la serata verranno premiati anche i vincitori del Concorso “Maiella Walking”.

Previsto anche uno spazio Book shop” a cura delle case editrici, in cui sarà possibile approfondire la conoscenza dell’Abruzzo attraverso importanti pubblicazioni, guide e riviste settoriali.