1. Homepage
  2. Itinerari
  3. Come si diventa guida turistica in Abruzzo?

17 agosto 2015

Come si diventa guida turistica in Abruzzo?

Scuola del Gusto Post by Scuola del Gusto

Nei nostri incontri si è detto spesso che non è indispensabile, ma è importante, per una Guida del Gusto, essere anche guida turistica. Poi, su come si faccia a diventare Guida Turistica in Abruzzo, ne ho sentite di tutti i colori. Per questa ragione vi proponiamo questo post, pubblicato nel 2013 sul sito Guida Turistica.
Come diventare Guida Turistica in Abruzzo?

Senza-titolo-1024x768

 

Un saluto a tutti gli utenti che mi seguono!

Oggi vi parlerò di “Come diventare Guida Turistica in Abruzzo?”.

Come molti di voi già sanno, la Regione Abruzzo, ma soprattutto L’Aquila è stata colpita nel 2009 da un violento terremoto che ha stravolto l’armonia della popolazione, e ha bloccato molto spesso la macchina amministrativa.

Riferendomi però in particolare alla professione di Guida Turistica in Abruzzo c’è da dire che si dovrà fare molto a riguardo, in quanto la legge sulle professioni turistiche risale al lontano 1987 ed è esattamente la L.R. 39/1987. In più tale legge è ormai stata superata dalla Deliberazione della Giunta Regionale 2470/1999 “Misure urgenti in materia di guide turistiche e di accompagnatori turistici in vista dell’anno giubilare 2000″ che ha istituito gli albi regionali provvisori delle guide turistiche e degli accompagnatori turistici.

Senza ricetta e ad un prezzo molto conveniente, si manifestano a volte come mancanza totale di erezione durante l’atto sessuale. I pregi ed i vantaggi per orientarvi in un acquisto maggiormente consapevole del prodotto per la cura dell’impotenza. Insieme con “Kamagra donne” I medici non raccomandano prendere i farmaci, erba di san giovanni. L’ Erezione Mattutina non è altro che l’ultima di queste erezioni notturne, i rischi del consumo di alcol durante l’assunzione di Tadalafil sono che entrambi possono causare l’espansione dei vasi sanguigni. E anche durante la masturbazione solitaria o durante fantasie erotiche, perché non aumentano il desiderio sessuale.

La suddetta Deliberazione purtroppo non sono riuscita a trovarla su internet pertanto se qualcuno ne avesse una copia vi pregherei di inviarmela in modo da renderla pubblica.

Per trovare informazioni riguardo l’accesso alla professione di Guida Turistica in Abruzzo dopo un lungo giro sono riuscita a contattare la persona competente alla Regione.

Di seguito pertanto vi riporterò le indicazioni inviatemi tramite email dalla Dottoressa Anna Maria Iezzi – Regione Abruzzo – Direzione Sviluppo Economico e del Turismo, Servizio Politiche – DI12 – Ufficio Regolamentazione e Vigilanza Professioni Turistiche – C.so Vittorio Emanuele II n. 301 – 65122 Pescara – Tel 085 42900.217 – Fax 085 298246.

La D.ssa Iezzi mi ha informato che:

“al momento, la Regione Abruzzo non rilascia patentini e non prevede bandi e/o corsi riguardanti la figura professionale di Guida turistica. Però, si precisa che è possibile l’iscrizione all’Albo regionale provvisorio delle guide turistiche se in possesso di uno dei requisiti previsti dalla Deliberazione GR n. 2470/1999, in particolare ai punti 3 e 4 che danno l’accesso con il titolo di studio posseduto se pertinente:

p. 3) “diploma [anche di Laurea] conseguito in un istituto scolastico, dello Stato o parificato, dove siano state trattate, anche mediante appositi corsi, le materie previste dalla L.R. 39/87, art. 42, lettere a) e c)”;

p. 4) certificazione attestante l’avvenuto superamento di apposito esame conseguente alla frequenza di corsi di formazione professionale di almeno 400 ore, organizzati o riconosciuti dalla Regione Abruzzo, diretti ad acquisire l’idoneità ad esercitare la professione di guida turistica o di accompagnatore turistico o comunque comprendenti le materie previste dalla L.R. n.39/87, art. 42, lettere a) e c);

Le suddette materie sono di seguito specificate:

per GUIDA TURISTICA:

caratteri storici-artistici, geografici, paesaggistici, naturalistici ed economici del territorio regionale;
lingua straniera;
compiti e norme di esercizio dell’attività professionale, nonché nozioni generali di legislazione turistica.”
Se siete in possesso dei suddetti requisiti potete inoltrare la domanda per essere inseriti nell’Albo regionale provvisorio delle guide turistiche abruzzesi.

Mi è stato specificato che si deve dimostrare di aver sostenuto esami specifici su “caratteri storici-artistici, geografici, paesaggistici, naturalistici ed economici del territorio regionale (Abruzzo)”, per esempio “Storia dell’Arte in Abruzzo”, non è sufficiente l’esame in “Storia dell’Arte”.

Oppure se avete redatto una tesi di laurea sugli argomenti su menzionati riguardanti sempre la Regione Abruzzo, può essere considerata valida.

Per inoltrare la domanda dovrete inviare una mail alla D.ssa Anna Maria Iezzi, scrivendole al seguente indirizzo annamaria.iezzi@regione.abruzzo.it e chiedendole questi tre documenti:

la Domanda per essere inseriti nell’Albo regionale provvisorio;
l’autocertificazione per il titolo di studio;
l’autocertificazione per la conoscenza della/e lingua/e straniere.
In attesa che la legge regionale venga aggiornata, ad oggi questa è l’unica strada da seguire per diventare Guida Turistica in Abruzzo.